lunedì 10 marzo 2008

Lettera di DIO per te...


Quando ti sei svegliato questa mattina ti ho osservato e ho sperato che tu mi rivolgessi almeno una parola, anche solo una....magari chiedendo la mia opinione o ringraziandomi per qualcosa di bello che ti è accaduto ieri, ma ho notato che eri molto occupato nel cercare il vestito adatto da metterti per andare a lavoro.
Ho continuato ad aspettare ancora mentre correvi in casa per vestirti e sistemarti , sapevo che avresti avuto tempo per fermarti qualche minuto e dirmi “ciao” ; ma eri troppo occupato .
Per questo ho acceso il cielo per te , l’ho riempito di colori e di canti di uccelli per vedere se cosi mi avresti ascoltato ma non ti sei reso conto neanche di questo.
Ti ho osservato mentre ti accingevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il giorno, con tutto quello che avevi da fare , suppongo che sia stato troppo occupato per dirmi qualcosa.
Al tuo rientro ho visto la stanchezza sul tuo viso ed ho pensato di rinfrescarti un po’ facendo cadere una lieve pioggia, perché ti ristorasse, il mio era un dono ma ti sei infuriato e mi hai insultato.
Desideravo che tu mi parlassi ….”C’è ancora tanto tempo” pensai.
Più tardi hai acceso la televisione , ti ho aspettato pazientemente mentre guardavi la TV , hai cenato ed eri così immerso nel tuo mondo che ti sei nuovamente dimenticato di parlare con me .
Ho notato che eri stanco ed ho compreso il tuo desiderio di pace e così ho fatto calare il sole e al suo posto ho disteso una coperta di stelle con al centro una candela: era uno spettacolo bellissimo, ma non ti sei accorto di nulla.
Giunta l’ora di dormire, dopo aver augurato la buona notte alla famiglia, ti sei coricato e ti sei addormentato subito.
Ho accompagnato i tuoi sogni con musica e dolci pensieri , ed i miei angeli hanno vegliato su di te, forse così ti saresti reso conto che Sono sempre li con te .
Ho più pazienza di quanto immagini e mi piacerebbe insegnarti ad averla con gli altri, ad amarli come io amo Te.
Ti amo tanto...così tanto che ogni giorno aspetto che tu mi rivolga almeno una parola, i doni che ti ho dato oggi sono frutto del mio amore per te.
Bene, ti sei svegliato di nuovo ed ancora una volta io sono qui e aspetto che tu mi saluti, che mi rivolga uno sguardo, qui con tutto l’amore che ho per te sperando che oggi tu possa dedicarmi un po’ del tuo tempo.
Con amore,
tuo padre
Dio.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici