venerdì 9 maggio 2008

Beati i puri di cuore...


“Beati i puri di cuore, perché vedranno DIO” (Mat 5: 8)

Questa bellissima beatitudine di nostro signore, è la sua personalissima chiave di interpretazione, per capire chi, Dio Ama, e a chi Dio elargisce le sue grazie, in questa piccola Beatitudine, si cela il profondo significato che ha il purgatorio e chi può vedere Gesù e Maria, anche su questa terra (come i veggenti per esempio) che coi loro occhi vedono Maria, e che quindi devono avere l’occhio molto puro per vedere la tutta pura. Perché questo ?
pensiamo bene, ogni Santo è stato un campione di una o più virtù ma Gesù è la sorgente di ogni virtù e Maria, è la personificazione di essa.
Cerco di spiegarmi meglio: se San Francesco è un umile, Maria è l’umile, mentre Gesù è l’umiltà. Sant’Agata è una persona pura, Maria è la tutta pura. Gesù è la purezza. Così via andando a ritroso, possiamo vedere che ognuno di noi può (con l’aiuto del Signore) eccellere in una virtù. ma solo tenendo presente che DIO è quella, virtù. a Maria ne è la massima personificazione di essa.
Partendo da questo ragionamento si capisce perché il nostro occhio impuro, non sia ingrato di vedere DIO, di andare direttamente in paradiso. E perché Gesù ci dice che il regno dei cieli è dei bimbi.
Fin quando cammineremo per strada e avremo l’occhio lungo, verso cose che macchiano i nostri pensieri, la lingua velenosa, macchiata dal nostro egoismo, e così via, non saremo mai degni di vedere DIO, e già una grande misericordia se esiste il purgatorio, se Dio non ci permettesse di purificarci quanta dell’umanità si salverebbe ?, ora posso capire cosa vuol dire questo spezzone di discorso: “A queste parole i discepoli rimasero costernati e chiesero: «Chi si potrà dunque salvare?».
E Gesù, fissando su di loro lo sguardo, disse: «Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile». (Mat 19 : 25- 26). Noi però dobbiamo sforzarci di essere il più possibile puri, perché solo un cuore puro può gustare già su questa terra delle grazie e dei carismi che DIO da a ognuno di noi, e poi perchè è nostro dovere dare gloria a DIO con le nostre azioni, e poi perché è più bello entrare in Paradiso dalla porta principale e non da quella di servizio. Non dimentichiamo inoltre che accanto a noi abbiamo un angelo che ci segue sempre, egli è puro, molto più puro di noi, e si copre certamente gli occhi davanti a certe nostre azioni. Anche quando noi pensiamo di essere soli le nostre azioni i nostri pensieri, sono sempre controllati e “registrati” molto attentamente. Non dobbiamo quindi mai di peccare d’orgoglio. “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.” (Mat 7 : 21), che vuol dire questa affermazione di nostro Signore ? pensate a quanti di noi, credono nel signore, ma lo cercano sempre e solo per invocarne la giustizia (verso gli altri tra l’altro), “il Signore è grande e vede tutto”, “se il Signore c’è saprà come rendere quello che si merita”, “Il signore c’è e tutto torna”, insomma si ci pone sempre nella situazione “io sono la vittima, e gli altri i miei persecutori” e si invoca il Signore per invocarne la giustizia, dimenticandosi che il signore ci chiede di essere Misericordiosi, cosicché lui possa esserlo con noi: “Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.” (Mat 6 :12) oppure: “Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei” (Giov 8 : 7) quest’ultima affermazione in particolare deve farci riflettere, su quanto noi siamo indegni di invocare la giustizia di DIO verso gli altri, poiché noi siamo i primi che Dio dovrebbe castigare, e quindi su quale base DIO dovrebbe castigare gli altri e non noi ? chi cerca il Signore, solo per chiedere grazie, o per citarlo davanti alle male fatte, non fa la sua volontà e non lo ama. Chi lo usa per vantarsi, facendo credere di fare le cose in nome suo, ma a scopo di lucro o di fama, chi si crede di fare del bene, ma che il suo bene sia solo quello che dice la sua testa (una volta in un intervista lessi : “in piena coscienza, L’aborto era la via migliore” e pensai, “coscienza di chi ?”) ecco quelli sono proprio la gente che dicono “signore, signore” ma non fanno la sua volontà, guardiamoci bene dall’essere come loro, perché le parole di Gesù che seguono sono molto dure “Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? Io però dichiarerò loro: Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità” pensate ora a quanti Santoni, maghi, astrologi, chiaroveggenti, e persone che levano il malocchio, le occhiature ci sono al mondo ? pensate a quanta gente li segue come un branco di pecore, pensate a quanta di questa gente poi la domenica se ne va a messa e fa la comunione e parla in nome di DIO, pensate quanta gente tiene contemporaneamente, al collo, il corno o il gobbo o il “13” o il segno zodiacale, e contemporaneamente, tiene il crocifisso, e possibilmente la medaglietta miracolosa, pensate ai vari personaggi Criminali che hanno trovato con la Bibbia in casa. E che magari convinti di essere credenti. Pensate a quanta gente dice “io sono Credente ma non praticante” (avete mai sentito dire a Gesù “siate credenti ma non praticanti?”) i puri di cuore comunque tutti questi problemi non se li pongono, mio figlio a 3 anni, non scriverebbe mai quel che ho scritto io, si limita a prendere il crocifisso e baciarlo, e questo solo questo vuole Gesù da noi un amore puro, incondizionato, senza tanti problemi, senza tanti ragionamenti, un amore libero da ogni compromesso e pregiudizio. L’amore del bimbo insomma. Il bimbo non si fa domande sulla madre, non si chiede nemmeno una parte delle domande che ci facciamo noi su DIO, il bimbo ama la madre, il bimbo si fida della madre, il figlio chiama la madre, e tutto ciò gli viene naturalissimo. Non ha bisogno di Mails di incoraggiamento, di visioni, di libri dei Santi, il Bimbo prova tutto questo in maniera naturale. E questo, soltanto questo, infondo ci chiede a noi Gesù.


“Beati i puri di cuore, perché vedranno DIO” (Mat 5: 8)

Con affetto

Gaetano

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici