venerdì 11 luglio 2008

Signore, mi affido a te


“Signore da chi andremo ? solo tu hai parole di vita eterna”(GV 6 : 68)

Come è bello, Signore, ripetere insieme a San Pietro, questa frase, come è bello confidare in te, in te solo, mio Gesù, come è bello riporre in te le mie speranze, le mie paure, i miei bisogni, ma anche le mie gioie, le mie felicità. Essere “Sola con Gesù solo” come affermava S. Gemma Galgani, com’è dolce sapere, che la tua è compagnia che non tradisce, gioia che non muta, amore che non si spegne.
Solo tu non cambi il tuo volere e le tue promesse in base a come cambia il tempo, solo tu sei Gesù, e sei sempre lo stesso “ieri oggi e sempre” come afferma S. Paolo, chi ha confidato in te, non è mai perduto, Anzi ha trovato il tesoro dei tesori.
Gente che ammira continuamente foto di donne belle e provocanti, provano una gioia che si esaurisce subito, ammirare le tue sante piaghe nel crocifisso, mi dona un balsamo che non si esaurisce mai.
Gente che va a cercare tesori di vario genere, denaro, oggetti, potere, la letteratura ne è piena, la tua passione è il tesoro dei tesori la vita eterna, la gioia che sorpassa tutte le gioie, “la bellezza tanto antica e tanto nuova” come dice S. Agostino.
Chi cerca te, troverà pace e consolazione per l’eternità, chi cammina con te, non può cercare altro dalla vita, non ha bisogno d’altro, “Chi ha DIO ha tutto” dice San Giovanni Bosco, chi trova DIO, chi scopre il suo amore, non ha bisogno di nulla, se non di andare a nutrirsi continuamente di lui, invano per anni ho cercato appoggio e felicità nelle creature : “Tutto Passa, solo DIO non muta” dice accoratamente Santa Teresa D’avila, e allora, mi affido a te, caro Padre, come non ho mai fatto prima d’ora, il tuo amore non tradisce, le piaghe che tu Gesù avesti per me sulla croce, rimarranno in eterno, Lo Spirito Santo disceso su di noi, è fuoco che non brucia, amore che non si consuma, è per sempre.
Allora, Padre mio aiutami a ripetere insieme a Geremia: “Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, che pone nella carne il suo sostegno e dal Signore si allontana il suo cuore. Egli sarà come un tamerisco nella steppa, quando viene il bene non lo vede; dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere. Benedetto l'uomo che confida nel Signore e il Signore è sua fiducia. Egli è come un albero piantato lungo l'acqua, verso la corrente stende le radici; non teme quando viene il caldo, le sue foglie rimangono verdi; nell'anno della siccità non intristisce, non smette di produrre i suoi frutti” (Geremia 17 : 5 – 8)
Aiutami signore a comprendere meglio le tue parole : “Lasciateli! Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!” (Matteo 15 :14)
aiutami a ripetere, così come tu insegnasti a Santa Faustina Kowalska “Gesù, io confido in te”, solo in te voglio confidare, nel tuo amore, nella tua infallibilità.
Signore, ti prego accresci la mia fede, purifica il mio amore, rendimi perseverante nei tuoi comandamenti, fa che io non giudichi nessuno, ma solo mi affidi a te. AMEN

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici