domenica 28 dicembre 2008

per Gesù


Dolce Gesù, amico mio,
non ti sei accontentato della gloria che avevi nei cieli, ma ti sei fatto uomo per essere nostro fratello, tu che per amore hai partecipato alla nostra sofferenza mettendola tutta sopra le tue spalle umane, unite alla personalità divina, Gesù nostro fratello tu che hai saldamente in mano le nostre vite, e che realizzi magistralmente i progetti di coloro che si fidano di te.
Mi hai guidato verso cose incredibili e impensabili per la sola mia piccola mente.. tu mi hai fatto vedere come è grande l’onnipotenza e l’umiltà del nostro DIO.. onnipotenza che si attua umilmente nelle piccole cose della vita, organizzando e gestendo anche i più piccoli particolare, senza palcoscenici ne cose grandiose, ma attuando con tante piccole “casualità” cose veramente incredibili.. mi hai insegnato che un Cristiano, un VERO cristiano, non può, non deve credere al caso, non esiste il caso, esisti tu, o DIO padre, misericordioso e amorevole.. che guida le nostre vite..in un progetto di amore.. che solo tu conosci e che chiedi a noi solo fiducia, fiducia nel tuo amore.
Ti affido per mezzo delle immacolate mani della tua Santissima Madre, la vergine Maria, e per mezzo della protezione di San Michele arcangelo, e delle preghiere della mia cara sorella S. Agata, tutti i miei amici, e la mia famiglia.. tutti i semini che stanno iniziando a crescere, ma che tu vedi già come alberi fieri e rigogliosi, e tutti quelli che ancora non si vedono, ma che tu già conosci, ti affido le nostre coscienze e i nostri cuori, ricolmi delle nostre sensazioni, di amore, di rancore, di dolore, di speranze, di gioie e insicurezze. Le nostre tentazioni e i nostri vizi, ti affido tutto ciò come terreno buono nella quale tu, come buon mastro muratore possa iniziare a costruire, e noi, saremo i tuoi manovali..
In questo periodo dove tutti parlano di crisi, economica, sociale, di amore, e di cristianità, aiutaci sempre nella fede che tu hai saldamente in mano tutto, aiutaci nel cammino degli erranti così come Abramo nostro padre di fidarci sempre nel seguire la tua voce, e seguire solo quella senza guardarci troppo intorno..noi sappiamo che “a DIO nulla è impossibile”, e che con una fede pari a un granellino di senapa, anche i monti si spostano, noi sappiamo che tuo è il regno, tua è la potenza, tua è la gloria nei secoli.. cosa possiamo temere noi ? abbiamo tutto, se abbiamo te..
Gesù quest’anno sta finendo.. sarà consegnato anch’esso al sigillo dell’eternità, nessuno potrà più modificarlo il carico di azioni, gioie e dolori, speranze e avversità, verrà consegnato al sigillo del tempo.. noi ti affidiamo l’anno che viene, e le azioni che faremo, gli atti volontari che eseguiremo e le nostre scelte..ti affido, i miei più cari amici : Miriam, Jerry, Margherita, Loredana, Giancarlo, Camilla, Gianluca, Gianmarco, Rossella. I miei parenti : Francesco, Carmelo, Santo,Francesca, Nella, Nello, Rosaria, Giuseppe,Lucia, Maurizio, Salvatore, Maria, Francesca, Benedetto, Maria, Santina, Santa, Gaetano. Ti affido la mia famiglia : Giusy e Ricky.. e la mia anima..
Ti offro questa lettera non per mezzo di me che sono un misero e indegno peccatore, ma per l’intercessione della nostra amata madre Maria Santissima, il mio angelo custode, suo e tuo servo, per mezzo delle preghiere fervorose della cara sorella Agata, tua serva, e di tutti i defunti che stanno al tuo cospetto, e delle care anime del purgatorio.. siano loro i miei intercessori presso te, o re altissimo e glorioso, di onnipotenza, siano loro a consegnarti le mie indegne parole di preghiera e la mia richiesta di pietà e misericordia..
Benedici in fine il Blog mio, e tutti i siti cattolici, che ti piace di osservare, che possano essere fruttuose sempre per la salvezza delle anime, e il recupero delle pecorelle smarrite, che ti rendano sempre gloria e onore, se questa è la tua santa volontà..
Benedici le nostre parrocchie e i nostri parroci, in particolare Don Remigio, Don Roberto, Padre Nino, Padre Giuseppe.. i nostri vescovi e il nostro Santo Padre Benedetto XVI.. che tu hai scelto per questi tempi..
Benedici tutte le persone che non ricordo in questa lettera ma che stanno nel mio cuore, e tutti coloro che ne hanno bisogno e tutti coloro col quale incrocerà il mio sguardo in quest’anno, i miei colleghi e il miei superiori..
Ti ringrazio sempre..

Sia Lode al Padre al figlio e allo Spirito Santo
Ora e sempre nei secoli dei secoli. AMEN !

Con affetto Gaetano.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici