sabato 21 febbraio 2009

Perche la gioia è una necessita dell’anima!


Ci sono giorni più pesanti di altri, giorni davvero difficili, e riusciamo poco a vedere la nostra fortuna perché preferiamo vedere quella degli altri per confrontarci ed è qui il nostro guaio. Dovremmo un po guardare per strada: quanta gente sola, passi stanchi di persone all’incrocio, sguardi accigliati e una sorta di broncio, visi tirati da preoccupazioni varie o pseudo preoccupazioni, pesantezza, tristezza, rabbia della vita, quante domande e quanti implacabili “perché”.
Vorremmo sempre tutto “a modo mio”! non è forse questa la malattia del nostro essere piu profondo? Siamo realisti.
Prega oggi chiedendo il dono del discernimento allo Spirito Santo di Dio e chiedigli di ripulirti dentro dalle intossicazioni “sociali”, atteggiamenti sbagliati presi nei confronti degli altri. Inizia a fare un cammino di liberazione anche perché il risultato fa parte di un processo nel senso che devi pian piano aderire al piano di Dio e ci vuole, specie quando si vede la fede solo con l’espressione dell’andare in chiesa a “sentire il prete al teatro”. Per cambiare ci vuole. Forse non è neanche colpa tua, te l’hanno insegnato cosi! … ma ricomincia, mettiti in discussione, non fare “come tutti”!
Anche perche la gioia è una necessita dell’anima. Non vedere la chiesa come un covo pieno di persone poco chiare che ci nascondono verità sconvolgenti (tutti danni di una divulgazione televisiva oppressiva e inneggiante al sospetto a tutti i costi).
Se non ti permetti di ricevere il Suo “Aiuto”, lo Spirito Santo, non può fare niente.

Tuo fratello,
Don Tonino Lima.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici