domenica 29 marzo 2009

Pensieri e Parole


Ogni uomo ha in sé la legge del Signore, in preghiera, confidente e sincera sei in contatto con la verità, e sentendo la tua coscienza puoi ben capire, se il tuo agire è nel torto o nella ragione, ma devi sempre rapportarti a Gesù, tanti e tanti uomini analizzano le loro azioni e si sentono apposto di coscienza, anche se compiono azioni terribili, ma loro non si rapportano a Gesù, solo il dialogo sincero con lui ti pone innanzi al suo giudizio di fronte a ogni azione , e questo ti pone la possibilità di conformarti a lui.. DIO ti ama, egli ha infuso in ogni anima le leggi dell’amore, in verità chi ama, non ha bisogno di leggi o decaloghi, ne di comandamenti, l’amore insegna già cosa fare.. Dio non vuole che noi seguiamo i suoi comandamenti forzati dalla legge, ma li seguiamo per amore..in realtà se tutti ascoltassimo la coscienza nostra, saremmo in pace, e penseremo allo stesso modo, ma se il cuore cede alla ragione allora, nascono le discordie, nella mente albergano molte voci e opinioni.. quello crea discordie.. quando la ragione (o la mancanza di ragione) domina il cuore, e dominandolo lo obbliga a seguire un innaturale istinto, che noi pensiamo venga dall’umana logica, e invece è solo la nostra egocentricità, e difficilmente porta cose buone, si passa il giorno a rimuginare vecchie azioni, e giudicare, uomini e cose, pensieri e azioni, si passa il giorno a giudicare DIO, e porsi al suo posto, questa non è meditazione, ne pensiero questo è solo un fumo che acceca i cuori, donando loro il sinistro bagliore di una bomba, che esplode negatività e non porta luce, ma inquina peggio.. molto peggio di un mare contaminato da rifiuti tossici.. bisogna trovare la pace con DIO, per trovare la pace tra di noi, per trovare DIO, dobbiamo abituarci ad ascoltarlo, nella preghiera e nel dialogo prezioso con lui.. rapportarci a lui in ogni azione attira la sua misericordia, tutti gli uomini sbagliano, ma esiste l’errare umile di chi chiede perdono, e l’errare accecato di chi vuol avere sempre ragione, i Santi si rapportavano continuamente difatti si vedevano sempre come i peggiori dei peccatori (chi è perfetto davanti a DIO ?) chi non si rapporta a DIO, si crea una coscienza poco vigile, e conforme con la sua volontà e che ubbidisce alla sua umana logica, al cuore sostituisce il cervello, e al massimo riesce a essere un lupo travestito di agnello, dico lupo, perché l’uomo senza la presenza di DIO nel suo cuore, è una bestia, e chi non mi crede, basta che si legga un qualsiasi quotidiano, di qualsiasi città, di qualsiasi nazione, per vedere di cosa è capace l’uomo, ogni secondo.. è sempre stato così. Il male fa male, e porta al male, abbandonarsi a giudizi negativi a pensieri portano ad accumulare un enorme fumo che affumica la nostra anima, in verità ogni azione o pensiero negativo è come un piccolo pesce.. da solo non pesa molto, ma se si lascia accumulare, e si riempie la rete della nostra anima piena di questi pesci, alla fine sarà difficile manovrare o reggere la rete.. e infine ne perdiamo il controllo.. chiunque è pescatore sa bene cosa vuol dire avere una rete piena di pesci, troppo piena intendo.. è per quello che dobbiamo rapportarci a DIO sempre, pentirci delle nostre azioni, confessarle, bruciarle nell’oceano infinito della sua misericordia, perché se si accumulano, la rete diventa sempre più pesante, e spinge al basso.. sott’acqua, dove si vive in apnea, dove l’anima non ha più il respiro di DIO, siamo certi della Misericordia infinita di DIO, anche quando sbagliamo, o comunque ci poniamo il problema di ciò che facciamo senza avere l’orgoglio di pensare sempre che siamo nel giusto.. egli apprezza le nostre analisi di coscienza.. ma dobbiamo tenerci vicini a lui, un anima perennemente a contatto con lui, sa già cosa deve fare.. e agisce sempre per il meglio (o almeno la sua volontà sarà orientata al bene), se si ci allontana invece.. per ritrovare la giusta azione sarà sempre bisognoso riavvicinarsi, quindi teniamoci sempre vicini a DIO in costante orazione continua, il che non vuol dire, stare sempre a pregare, ma essere sempre consapevoli che DIO è presente e vivere come gli angeli in orazione e come dice S. Paolo “sia che beviate, sia che mangiate, fate tutto per la gloria di DIO”, siamo tutti invitati nel regno di DIO, ma chiediamoci, quanti hanno la veste candida, della purezza d’animo ? DIO ci ama, immergiamoci nel suo amore, per poi amare.. perché questa è l’unica cosa che conta..
La Benedizione di DIO, scenda su di te, e su chi hai nel cuore, ci ricolmi di pace, della sua pace, e ci dia i frutti della sua insondabile Misericordia. Amen

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici