domenica 1 marzo 2009

supplica..



Padre.. Padre mio, Padre nostro..
Accogli questa supplica e questa preghiera che ti offro per mezzo del nostro mediatore Gesù tuo dilettissimo figlio, per la sua dolorosa passione, le sue piaghe dal quale sgorgò il suo preziosissimo Sangue nel quale immergo queste parole, ti offro questa supplica unendola alle lacrime della madre, tua piccola figlia, nostra regina..e m’immergo nel suo cuore immacolato, la unisco alle suppliche ardenti di tutti i miei fratelli e sorelle, ognuno con le sue speranze e le sue intenzioni, preoccupazioni, gioie e delusioni, e per questo la metto pubblica.. usando il mezzo per il quale tu vuoi che io ti serva, il Web…
Signore, io credo in te, tu lo sai che io credo in te, quante grazie e quanti ricordi, quanta strada abbiamo percorso, ogni giorno e ogni istante della mia vita, abbiamo scritto qualcosa di nuovo, che mi ha portato sino a qui, nelle gioie e nei dolori, nelle illusioni e nelle delusioni, nelle speranze e nelle aspettative, ma ti prego, accresci la nostra fede.. così piccola e fragile così misera, così mobile, come una bandiera al vento.. leggiamo gli scritti dei santi li ammiriamo come astri splendenti in cielo, ma tu accresci la nostra fede, sollevaci con la potente mano e innalzaci a te, aiutaci a credere.. anche quando tutto sembra andare al contrario.. tu.. tu conosci le nostre paure, quegli incubi che albergano nei nostri cuori, al quale fuggiamo come pecore davanti al lupo, quei traumi interiori che distruggono le nostre forze, davanti al quale ci facciamo portare e sbattere come foglie al vento, ti prego Padre, abbi pietà di noi, aiutaci a superare le nostre paure, e aiutaci a non sperimentarle, sono le situazioni di debolezza estrema nel quale vien fuori tutta la nostra umanità.. dove gridiamo dolorosamente “padre, allontana da me questo calice”.. tu conosci padre, le ferite delle nostre anime, il male che abbiamo fatto, quello che ci è stato fatto, aiutaci a perdonare e non giudicare, elimina dalle nostre case e famiglie ogni spirito di discordia, perché tu sei il RE della Pace, e dove c’è discordia, certamente regna satana, elimina ogni giudizio e pregiudizio, il quale tu solo sei padrone, elimina da noi ogni pensiero e ogni allontanamento, di non avere mai “rancore” per nessuno.. aiutaci ad affidarci solo a te, perché come dice il Salmo “ogni uomo è inganno”, ma se vediamo il tuo volto splendente dietro ogni cosa allora, vedremo la vita con gli occhi trasfigurati dell’amore e della misericordia.. Padre questa preghiera è per tutti, certo io ti presento il mio cuore, appesantito da discordie e incomprensioni, da paure e incertezze, da un domani che è un grande punto interrogativo, e la paura grande di perdere tutto, anche quello che non ho.. che non abbiamo.
In questa valle di lacrime, sospiri, gridi e lamenti, in questa valle di incertezze, di paure, dove tutti gridiamo verso di te, ognuno con una parola, chi di speranza, chi di ringraziamento, chi di implorazione, chi di bestemmia, chi di offesa, chi di esclamazione, aiutaci accoglici, perdonaci i nostri peccati, vieni presto e tiraci fuori da qui, noi siamo come pesci, incastrati nella rete del pescatore, ci muoviamo in questo mondo ma vorremo tornare al limpido mare, che è il tuo amore.. e credere in quel mare.. ecco perché ripeto ancora, Padre accresci la nostra fede, aiutaci a guardare la croce, non come un bel monile, o come qualcosa di fastidioso, ma come simbolo di ogni uomo che muore crocifisso nella sua sorte, umanamente, ma che risorge, e risorge grazie a te, mio DIO, aiutaci a contemplare nelle parole di Pilato “ecce Homo” non solo un Gesù piagato, e flagellato, e deriso, ma nella parola “Homo” vediamo l’uomo come umanità.. cosa ci fa la lontananza da te ? ci deride, ci flagella ci rende dei falsi re, e ci crocifigge, questo ci fa satana, ma noi lo scegliamo.. “chi volete che liberi Gesù o Barabba?” noi ancora scegliamo di stare con Barabba.. ma perché ? perché anche io faccio così?
A cosa aneliamo noi ? ad incontrare Gesù, come Maria, non possiamo incontrarlo come DIO perché in questa terra non ne siamo degni, perché pecchiamo, vorremo incontrarlo come uomo, con la sua croce, uomo tra gli uomini, ma come Maria dobbiamo aver fede, che quello è DIO, e fede senza impurità, Signore accresci la nostra fede.. noi non ne abbiamo niente..
Padre tu sai cosa c’è nel mio cuore.. eccolo, te lo do.. mi fido di te, ma tu accresci la mia fiducia.. ti amo !

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici