mercoledì 1 aprile 2009

Testimonianza..


In una chiesa della Spagna, il cicerone che accompagna i turisti si ferma davanti a un grande Crocifisso, ai cui piedi si trovano una sedia e un inginocchiatoio, dove il confessore riceve i penitenti, e racconta il seguente avvenimento accaduto tempo addietro. Un confessore disse a un penitente: "Se lei continua con gli stessi peccati, io non le darò più l'assoluzione".
Tempo dopo, il penitente, veramente pentito, ritornò con gli stessi peccati e si sentì dire dal confessore: "Mi dispiace, ma questa volta non le sarò l'assoluzione". Il Crocefisso allora parlò: "Sacerdote, io ho dato la mia vita per questo mio figlio, perciò se tu non lo assolvi, lo assolverò io". Il Crocefisso staccò dal chiodo il braccio destro e pronunciò la formula dell'assoluzione: "Io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

__ Preghiera __

Tante volte Ti ho chiesto Signore:
Perché non fai niente per quelli che muoiono di fame?
Perché non fai niente per quelli che sono malati?
Perché non fai niente per quelli che non conoscono l'amore?
Perché non fai niente per quelli che subiscono le ingiustizie?
Perché non fai niente per quelli che sono vittime della guerra?
Perché non fai niente per quelli che non ti conoscono?

Io non capivo, Signore.
Allora tu mi hai risposto:
Io ho fatto tanto;
Io ho fatto tutto quello che potevo fare:
Io ho creato te!

Ora capisco, Signore.
Io posso sfamare chi ha fame.
Io posso visitare i malati.
Io posso amare chi non è amato.
Io posso combattere le ingiustizie.
Io posso creare la pace.
Io posso far conoscere te.
Ora ti ascolto, Signore.

Ogni volta che incontro il dolore tu mi chiedi.
Perché non fai niente?

Aiutami, Signore, ad essere le tue mani.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici