mercoledì 4 novembre 2009

Si al crocifisso (Di A. Muscio)

Con preghiera di diffusione
da parte degli iscritti e dei simpatizzanti

Sì al Crocifisso!

La recente sentenza della Corte di Giustizia Europea non ci ha sorpresi dato che l’europa (l’ho scritta volutamente in minuscolo), contrassegnata dalla stella a cinque punte o pentalfa massonico, da tempo ha abiurato alle sue radici cristiane in virtù delle quali possiamo ancora dare (fino a quando?) a “Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”, diversamente dagli stati un cui vige la shaaria dove l’islam viene imposto e certi giudici non potrebbero minimamente sognarsi di sentenziare contro la religione di Maometto! Giustamente molti cristiani (tra la tiepidezza degli esponenti della Chiesa Cattolica che ha abiurato alla predicazione per adorare il dialogo ad ogni costo) si sono scagliati contro tale sentenza che ci impone la domanda se sia opportuno restare in un’Europa che, “grazie” all’Euro, ha raddoppiato i prezzi mantenendo quasi fermi gli stipendi. Un’Europa in cui dei burocrati super pagati dettano legge in ogni dove e cercano di cancellare le nostre tradizioni. Chi attacca il Crocifisso o non ha capito cosa rappresenti il valore del medesimo http://www.genitoricattolici.org/valore%20Crocifisso.htm o non ne vuole sapere a prescindere da qualsiasi argomentazione in quanto avverso al Crocifisso, dimenticando che, nel momento della morte (credente o meno), risponderà del suo operato proprio a quel Gesù rifiutato per tutta la vita il Quale, a malincuore ma rispettoso del libero arbitrio, lo manderà a far compagnia al diavolo http://www.genitoricattolici.org/inferno.html .
Ciò premesso la sentenza della Corte di Giustizia Europea cade come la ciliegina della torta dell’avversione generalizzata al cristianesimo. Non dobbiamo infatti dimenticare:
a) tutti gli attacchi che, anche in Italia, vengono costantemente lanciati verso i simboli della nostra religione;
b) le frequenti critiche che somigliano a degli anatemi o gli insulti che il fronte laicista (anche italiano) rivolge alle opinioni espresse dal Papa (e qui non va dimenticato che il Papa non impone nulla, ma esprime il suo autorevole parere in tema di morale e riguardo agli aspetti salienti della nostra società);
c) le azioni offensive nei riguardi del cristianesimo;
d) la tiepidezza e/o il silenzio degli esponenti della Chiesa e di molti cosiddetti cristiani nei confronti di tutto ciò.
Un grande Papa che non verrà mai né beatificato né santificato (Leone XIII), in quanto apertamente antimassone, ha scritto un’enciclica (quasi introvabile) che è di un’attualità sconcertante sia come fotografia degli attacchi contro il cristianesimo sia per i suggerimenti da lui proposti. Suggeriamo di diffondere tale enciclica http://www.genitoricattolici.org/inimica%20vis.htm che stona nel coro degli asserviti alle teorie del mondo!
Qualcuno forse capirà perché la Madonna appare da tanto tempo a Medjugorje e perché tale apparizione è così avversata al punto che il fenomeno della statuetta di Medjugorje che ha pianto nelle mani di un vescovo alle porte di Roma non ha ottenuto i dovuti riconoscimenti da parte delle gerarchie ecclesiastiche.


Cordiali saluti.


Il presidente
Dott. Arrigo Muscio
www.muscio.it

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici