mercoledì 29 dicembre 2010

I piccoli martiri


Ciao a tutti cari lettori,

ieri era la commemorazione dei “Santi Martiri Innocenti”, mi ero predisposto di fare un post in realtà poi non l'ho fatto, lo faccio oggi, perché è un tema ahimè tristemente attuale, realmente quando si parla di queste cose si rischia di essere banali e ripetitivi, ma spero di non esserlo, innanzitutto come molti sapranno questa commemorazione nasce proprio dalla strage degli innocenti comandata da Re Erode alla nascita di Gesù, proprio a scopo di eliminare quello che per lui era un concorrente, il re dei re, tutti sanno che Gesù fu salvato grazie all'avviso dell'angelo e un imminente e tempestiva fuga in Egitto. Tuttavia un numero di bambini dai due anni in giù morì sulle spade dei cavalieri, cosa che fa rabbrividire, inevitabile domanda dell'umanità dov'era DIO ? Mentre lui si metteva in salvo e gli altri venivano uccisi ?... la Bibbia simboleggia questa strage con le parole “«Una voce si ode da Rama, lamento e pianto amaro: Rachele piange i suoi figli, rifiuta d'essere consolata perché non sono più». Da allora, anzi prima di allora e anche dopo la bestia dell'uomo continuamente compie strage verso i più piccoli e spesso la cronaca Italiana degli ultimi anni se n'è riempita basti pensare ai casi più recenti il piccolo Tommaso, Samuele (Della strage di Cogne) Sarah Scazzi, Denise, e ora la scomparsa Yara, quel che però (almeno a me) fa drizzar la pelle è il fatto che siano tutti compiuti da parenti spesso stretti, come zii e genitori, (Diversamente dalla strage degli innocenti), e pensare che una volta si diceva di non accettare caramelle dagli sconosciuti, cosa si dovrebbe dire oggi a un bambino ? Non andare con lo zio ? Con il papà ? Con la mamma ? Col sacerdote ? Un altro dato incredibile è il numero degli aborti.. veramente alto.. e non mi venite a citare sempre le persone che non hanno di che sfamarsi... perchè il più grande numero viene proprio da giovincelle/i che si sono divertiti e vanno ad abortire proprio come se andassero a cambiare un abito troppo stretto, talvolta l'aborto è anche occultato.. si tiene la gravidanza, ma lo si abbandona ai genitori, si odia il proprio figlio, che indica una gioventù bruciata e rovinata.. è un aborto anche quello, non c'è l'omicidio, ma c'è l'indifferenza e l'indifferenza è l'omicidio dell'anima... sapete le domande pressanti sono sempre le stesse dove si trova DIO ?, e le risposte potrebbero anche risultare banali di fronte all'immensità di un lutto e di un male davvero inconcepibile.. potrei dire che DIO è al fianco di chi viene ucciso, potrei dire che sta alla porta del paradiso per accoglierlo alla gioia eterna.. ciò è tutto vero, ma talvolta non basta, non basta a spiegare un dolore che DIO stesso ha voluto vivere (ricordiamoci che Gesù è morto di una morte violenta, mica tra rose e fiori!!), io credo fortemente che DIO sia vicino queste piccole anime, e sebbene permetta, queste malvagità per ricavarne dei beni (anche il paradiso per loro è un bene inestimabile), DIO sia sempre il Giusto DIO che prende le difese di chi è più debole che giudichi con giustizia e che non ama e non tolleri assolutamente che si distrugga la dignità la gioia e la felicità dei suoi “piccoli”, noi piuttosto chiediamoci.. che facciamo ? Dove siamo ? Come difendiamo questi “piccoli” ? Noi che ci lamentiamo di DIO e ci reputiamo migliori di lui, che facciamo di meglio ? Per tutelarli e difenderli ? … noi che abbiamo costruito questa società, noi che per i soldi distruggiamo vite, che lasciamo figli davanti tv e facebook, noi che per la tecnologia lavoriamo e lavoriamo.. noi che per andare in un pub la sera non vogliamo avere figli.. o li abbandoniamo come pacchi postali ai nostri genitori.... riflettendo sul fatto che non possiamo volere un mondo migliore se non siamo noi migliori.. invito tutti a pregare per questi piccoli, difenderli e amarli.. come Gesù ci ha insegnato....

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici