giovedì 30 dicembre 2010

I propositi del 2011


Questo messaggio, con il relativo commento scritto da me nel 2008, è il mio proposito per il 2011, di questa pagina e la missione che pongo per me stesso e per tutti gli amministratori di questo Blog e della relativa pagina su Facebook, perciò cari fratelli siamo tutti TAGGATI

Messaggio del 25/08/08

Cari figli, anche oggi vi invito alla conversione personale. Siate voi a convertirvi e, con la vostra vita, a testimoniare, amare, perdonare e portare la gioia del Risorto in questo mondo in cui mio Figlio è morto e in cui gli uomini non sentono il bisogno di cercarLo e di scoprirLo nella propria vita. AdorateLo e che la vostra speranza sia speranza per quei cuori che non hanno Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

ho letto varie volte questo messaggio, prima di decidere di farne un post apposito, in genere non è mia abitudine commentare i messaggi di Medjugorje, li ritengo talmente sublimi, che le mie parole rischiano di sporcarli, come fango addosso un abito da sposa, stavolta mi sono deciso a commentarlo, non perchè questo sia meno sublime di altri, anzi.. ma c'è una frase che mi ha colpito, e non riesco a smettere di leggerla, la frase è la seguente "portare la gioia del Risorto in questo mondo in cui mio Figlio è morto" mi rendo conto che questa frase contiene una drammaticità enorme, specialmente se pronunciata da una madre, che già una volta su questa terra ha già vissuto la drammaticità della morte di questo figlio, penso a come DIO sia morto nel cuore degli uomini, ma di come gli uomini non siano morti nel cuore di DIO, e ovviamente penso a quel che sono le devastazioni dovute alla nostra "cacciata di DIO", non c'è bisogno di sforzi, basta leggere la prima pagina di un qualsiasi quotidiano, per vivere come stia l'uomo che "non ha bisogno di DIO" e che giudica il cristianesimo una "superstizione", e mi rendo conto di come stiano le persone che non riescono a tirare in ballo DIO in ogni discorso, ovviamente per criticarlo, bestemmiarlo, dargli le colpe di tutte le loro frustazioni (ovviamente criticano un DIO col quale si rifiutano pure di parlare), affidati ai "Corni Rossi" allo zodiaco, ai tarocchi, e a quanto di "meglio" offra l'uomo se ne vanno allegri verso una voragine che distrugge le loro menti, il loro cuore e infine le loro anime... fortunatamente sebbene questa frase mi abbia molto colpito non è l'unica frase del messaggio... la Madonna parla anche e sopratutto di un DIO risorto un DIO che Noi dobbiamo testimoniare come risorto.. prima però dobbiamo farlo risorgere nei nostri cuori, distruggendo in maniera definitiva la pietra che sta nei sepolcri dei nostri cuori, e farli diventare in un esplosione d'amore il tempio di DIO.. in un cuore in cui abita DIO è possibile, anzi è una cosa normale che si riesca a : "a testimoniare, amare, perdonare e portare la gioia del Risorto in questo mondo" se DIO regna in quel cuore, significa che DIO non è morto è VIVO, ed è vivo il suo amore, il mondo ha sete di questo..ha sete di amore, ma lo cerca altrove... DIO è passato di moda, siamo troppo materialisti e concreti per cercarlo per amarlo.. dimentichiamo che i discepoli non erano liberi sognatori o poeti, ma Pescatori.. persone Concrete.. ma vigilanti... in questo mondo "in cui gli uomini non sentono il bisogno di cercarLo e di scoprirLo nella propria vita" la moralità di ognuno va in devastazione, e l'umanità sembra uno sciame d'api che va verso le fiamme.. in questo mondo dove DIO non esiste, perchè lo abbiamo cacciato fuori in malomodo, pensando che la croce lo eliminasse per sempre facendoci così i padroni, dobbiamo ricordarci che non siamo padroni, che non ci siamo fatti da soli, e che per quanto olio abbiamo nel lume, prima o poi questo olio finirà, una delle frasi della bibbia che dovremmo leggere e rileggere è "L'intera vita di Adamo fu di novecentotrenta anni; poi morì" (Gn 5 : 4) questa è una frase che ci riguarda a tutti, abbiamo solo da sostituire il nome di Adamo col nostro nome, e il numero degli anni, ma il risultato è uguale.. per quanto la nostra vita sia luminosa o fallimentare, triste o gioiosa, con DIO o senza l'epilogo è quello... solo che mi viene in mente una frase che mi dissero tempo fa "si muore così come si ha vissuto" .... l'antitodo a tutto questo viene sempre dalla bocca di Maria "AdorateLo e che la vostra speranza sia speranza per quei cuori che non hanno Gesù" non credo di potere ne dovere aggiungere altro a queste ultime bellissime parole della Mamma.. se non che il mondo come ai tempi di Gesù ha ancora bisogno di sale, tanto tanto... solo che noi siamo diventati alquanto insipidi.. e la minestra che è l'umanità sta diventando insipida anch'essa.. ritroviamo il nostro sapore nella parola di DIO, nella preghiera.. nel Santo Rosario...

NOI T’INVOCHIAMO Noi t’invochiamo, Signore Iddio: tu conosci ogni cosa e niente ti sfugge, maestro di verità. Hai creato l’universo e vegli su ogni essere. Tu guidi alla verità quelli che stanno nelle tenebre, nell’ombra della morte. Tu vuoi salvare tutti gli uomini e far loro conoscere la verità. Tutti insieme ti offriamo lodi e inni di ringraziamento per glorificarti con tutto il cuore e ad alta voce. Ti sei degnato chiamarci, istruirci e invitarci; ci hai concesso sapienza e intelligenza nella verità, per la vita eterna. Ci hai redenti con il sangue prezioso e immacolato del tuo unico Figlio da ogni traviamento e dalla schiavitù. Ci hai liberati dal maligno e ci hai concesso gloria e libertà. Eravamo morti e ci hai fatti rinascere anima e corpo nello Spirito. Ti preghiamo dunque, Padre delle misericordie, Dio di ogni consolazione: confermaci nella nostra vocazione, nell’adorazione e nella fedeltà. Ci consacriamo alla tua divina parola e alla tua legge santa. Rendi luminosa la nostra anima, affinché possiamo conoscerti e servirti. Donaci la forza per realizzare i santi propositi e non ricordarti dei peccatori. Dimentica gli errori che facciamo giorno e notte. Non imputarci i nostri difetti e ricordati che cadiamo facilmente: i tuoi uomini sono deboli, i nostri mali nascosti… Rendici forti, o Signore, con la tua forza. Illumina la nostra anima con la tua consolazione. Rendici degni della verità e della fede predicati dai tuoi santi apostoli e dei mirabili insegnamenti del Vangelo del nostro salvatore, Gesù Cristo, non solo nelle parole, ma anche nelle azioni e in tutta la nostra vita… Concedici di guardare, cercare e contemplare i beni del cielo e non quelli della terra. Così per la forza della tua grazia sarà resa gloria alla tua maestà onnipotente, santissima e degna di lode, in Cristo Gesù tuo Figlio diletto con lo Spirito Santo, nei secoli dei secoli. Amen.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici