martedì 22 febbraio 2011

Caro Gesù

 

preghiera-intercessione Signore mio, dolcissimo Fratello, dolce fiducia mia, che ho nei momenti più tormentati e tempestosi della mia vita, grazie, per avermi dato tante grazie, dei genitori splendidi, una famiglia bellissima e mangiare sotto la bocca, grazie per esserti rivelato, per avermi fatto conoscere la verità della tua esistenza, per avermi dato tua madre, la Beata Vergine Maria, dolcissima e buona ! Grazie anche per i dolori e le afflizioni, perché mi hai annientato riducendomi al nulla, facendomi così girare per le strade sapendo che ho solo te, grazie perché se altri mi dicono “bravo” chi mi sta vicino mi dice “ipocrita” ricordandomi sempre di rimanere nell'umiltà, grazie perché se altre persone si sentono aiutate chi mi sta vicino, no, ricordandomi sempre che io da solo non posso fare nulla, e che tu puoi tutto e che devo avere l'umiltà di chiedere agli altri, grazie perché mi hai annientato come uomo, per non farmi sentire superiore a nessuno, e poco a poco tramite la via del dolore e dell'umiliazione stai estirpando da me ogni radice di male, carissimo Gesù, il tuo fedele servo Giobbe, era solerte dire “Dio da, DIO toglie, sia Benedetto DIO”, io non ho ancora questo livello forte di fiducia, e mi dispiace, ma tuttavia so che ciò che fai tu lo fai per il mio bene, che tutto ciò che decidi tu è per un senso logico, così ho deciso di fidarmi aldilà delle sofferenze grandi che questo possa comportare, e ti chiedo sempre la forza e di potermi sempre fidare, 0 Misericordiosissimo Signore Gesù, che conoscesti il rifiuto e il dolore, la fatica del lavoro, tu che hai pianto e hai riso, hai preso le tue delusioni, e non sei stato capito nemmeno dalla tua famiglia, tu che hai preso sempre sulle tue larghe spalle la responsabilità tua, dei tuoi amici e anche della tua famiglia, tu che sei stato chiamato “pazzo” da loro, tu che sei stato guardato storto anche dai tuoi discepoli e tradito da uno di loro, tu che hai portato il peso di un'immensa croce, pesante quanto tutto il mondo e quando esso vi contiene, perdona ogni mio segno di orgoglio, ogni volta che io vorrei sentirmi grande e fare cose, e ti prego continuami a tenermi schiacciato nelle umiliazioni e nel dolore, affinché possa purificarmi nell'umiltà, mandami il tuo santo Spirito che mi dia la VERA SAPIENZA, le VERE VIRTU' e ti prego non abbandonare mai la mia famiglia, ho solo te, e a te lo confido, mio Signore, illumina sempre i loro passi, da sempre loro la mano, e benedicili sempre, e in quanto a me, risr donami la forza dell'amore, della croce, del dolore, della solitudine, della mortificazione, del non saluto, dell'essere considerato pazzo, dell'essere considerato ipocrita, dell'essere considerato indegno, dell'essere considerato illuso, donami il dolore della delusione anche dalle persone più care, per capire che solo in te devo confidare, donami di non avere niente così che possa andare in giro portando nelle mani solo la mia fede in te, donami la certezza che tu esisti e che anche quando sono nella croce, e sento il tuo silenzio, tu non mi abbandonerai mai, proprio perché hai vissuto l'abbandono, e mai vorresti farlo vivere a uno dei tuoi figli.. certo di queste certezze, mio Gesù mi abbandono e confido in te.

Il tuo figliol prodigo.

Gaetano.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici