domenica 22 gennaio 2012

Convertitevi e credete al Vangelo

Convertitevi e credete al Vangelo. (Mc 1,14:20)

Ultimamente, stiamo vivendo una strana situazione, leggiamo i giornali e accendiamo la TV, e vediamo l'informazione veicolate su due vie contrapposte,quella che fa parte dei "profeti di sventure", ovvero tutte le brutte notizie annunciato nei nostri tempi: la crisi, le rivoluzioni, le morti, i suicidi, il principio di nuove guerre, gli incidenti, i suicidi ecc.. dall'altra parte invece troviamo "l'inoscienza" gente che parla dello sport, del lotto, della discoteca, dell' Iphone, di Facebook, come se non vedesse che intorno a se c'è la disperazione... volendo analizzare meglio, poi effettivamente c'è un altro lato, anche se forse più nascosto, quello religioso che prova a vedere tutti gli avvenimenti in virtù della fede.. anche qui possiamo divedere in chi vede in tutto il segno imminente della fine del mondo oppure chi vive nella fiducia che tanto il Signore pensa a tutto.

La frase che Gesù dice in questo versetto del vangelo di Marco che ho usato per introdurre questo post è molto breve, contiene tre parole chiave "Convertitevi" "Credete" "Vangelo", se consideriamo come abbiamo già detto nell'articolo Cosa vuol dire essere Cristiani? che la parola "Vangelo" indica una "Buona Notizia" non dovrebbe essere difficile credervi e sopratutto non dovrebbe essere difficile esserne felici... ma non è così, perché non è così ?  il fatto è che Gesù vincola il tutto ad un altra parola che non è molto amata dalla società : "Convertitevi"perché non è amata ? cosa significa ?
Proviamo a dare un significato letterale con un dizionario, ho trovato l' Hoepli che da questa definizione alla parola "Conversione":


"Cambiamento di stato, di condizione: con il calore si ottiene la c. dell'acqua in vapore; c. di un decreto governativo in legge"

quindi Convertirsi indica un cambiamento, ma non solo un cambiamento "di striscio" ma un cambiamento totale e  radicale, e ciò, lo sappiamo bene, comporta una fatica e un sacrificio e un gran "lavoro" interno ed esterno da fare, ovviamente questo sforzo, può non piacere alla gente, può non essere amato, ma Gesù lega proprio questo alla sua "Buona Notizia", anzi, Gesù va ben oltre e in un dibattito nato in proposito a degli Ebrei che morirono sotto Ponzio Pilato disse :


«Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subìto tale sorte? 3No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. 4O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? 5No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo».
(Luca Capitolo 13)

Una frase molto forte che non dev'essere suonata molto bene a chi in quel momento era presente, come può non suonare bene a chi la leggerà su questo sito, ma che è attuale più che mai, viste le catastrofi di cui continuamente sentiamo parlare,incidenti, terremoti e guai, e interpretando Gesù possiamo dire che : siamo tutti invitati a partecipare attivamente a questa buona notizia (il Regno di DIO è tra di noi) ma dobbiamo anzitutto cambiare vita (conversione) Credere che questo sia vero, e dopodiché avverrà tutto da se, la pace entrerà nei nostri cuori, e cominceremo a vivere la gioia del paradiso, nella vicinanza del Signore, sebbene i problemi, almeno in questa vita non mancano mai, quando questo invece non accade i risultati sono quelli descritti da questo passo del vangelo e la torre di Siloe.

Una Frase molto attuale nella società moderna che paradossalmente vive nell'illusione che essere libero significhi poter scegliere, ciò che invece la rende schiava, una società che giustamente abolisce la pena di morte per i criminali ma che la permette agli innocenti (circa 140 mila aborti in un anno solo in ITALIA), una società, sempre più schiava del sesso, che vive il corpo come un oggetto, una società che per soldi vende anche quello che è più caro al mondo, una società sempre più dedita al satanismo all'ateismo, e ai sacrifici satanici, una società che pullula di spettacoli blasfemi (vedi l'articolo Mattei contro le Blasfemie di Castellucci) Dove spesso anche noi Cristiani, non solo andiamo a braccetto col mondo, ma spesso non facciamo nulla per evitare, non siamo difensori della nostra fede, peccando del gravissimo peccato di omissione peccato di cui chiediamo, o facciamo finta di chiedere, perdono ogni domenica alla Santa Messa, e invece diventiamo Cristiani Lapsi.

Questo versetto dovrebbe ricordarci che non dobbiamo fare il grave peccato di pregare solo quando la barca affonda (e il mondo comunque sta affondando), non dobbiamo fare il grave peccato di far nostro il detto satanico "Ognuno pensa per se, DIO pensa per tutti", Non facciamo il grave errore di vivere la nostra fede come se fossimo già salvi, e quindi se siamo salvi noi, tutto il mondo può andare allo sfacelo, o di pensare di essere migliori di quelli che hanno i guai, perché se non ci convertiamo moriremo tutti, e perché Dio non vuole questo da noi, e noi questo lo sappiamo bene.

Tra pochi giorni il 5/Febbraio sarà la giornata nazionale a difesa della vita, quante vite dobbiamo difendere ? quelle dei bambini nel grembo materno, quella degli anziani torturati in alcune case di riposo, quella della dignità tolta di un padre di famiglia disoccupato che non può sfamare i suoi figli, quella di una vita vuota senza scopi, solo per un vano consumismo, il 5 Febbraio sarà anche la commemorazione di una giovane martire, Sant'Agata, di cui ho parlato molto in questo blog, essendo la patrona della mia città, e avendole dedicato un intero "reparto" in questo blog e alla quale ho dedicato anche questo articolo Vi parlo di una grande donna, voglia quindi la sua purezza, la sua testimonianza e la sua fede essere di esempio per questi tempi difficili, voglia l'allegria consapevole di chi è amato da DIO essere virale e contaggiosa verso il mondo intero, voglia la nostra preghiera essere una calamita che attira grazie e benedizioni, per un periodo di pace e prosperità.

e se volete continuate a seguirci e a pregare con noi anche su Facebook nella pagina L'amore di Gesù e Maria Trionfa sempre.

Pax et Bonum

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici