domenica 15 gennaio 2012

Bianco Giglio - poesia di un bimbo mai nato - prima parte -


Per leggere la seconda parte Clicca Qui
Per leggere la coroncina riparatrice contro il delitto dell'aborto Clicca Qui


Prima di lasciarvi a questa poesia bellissima e commovente, voglio fare una piccola considerazione personale, non è un giudizio verso quelle mamme che praticano l'aborto, molto anzi troppo spesso vengono lasciate SOLE, principalmente da chi invece si riempie la bocca di parolone a difesa della famiglia !! - le famiglie di oggi non vengono aiutate, e vengono abbandonate alla loro disperazione, che a volte può spingere a gravi peccati, ciò non giustifica minimamente questo peccato, ma anzi ci deve far sentire TUTTI responsabili, perché se una donna arriva al punto di preferire a uccidere suo figlio piuttosto che tenerlo, siamo tutti, responsabili, siamo una società perdente, siamo una società sconfitta, e lo siamo principalmente noi che siamo a difesa della vita, che evidentemente a parte queste parole non sappiamo fare nient'altro, preghiamo dunque, e impegnamoci ad aiutare concretamente queste persone, senza giudicarle, ma aiutandole concretamente, OPEROSAMENTE... vi lascio alla poesia :


Da pochi giorni mi son formato,
in questa culla mi son abituato,
è calda, è una casetta tutta mia,
me l'ha fatta l'amore di mamma mia!

Oh! la mamma mia sento parlare,
ascolto, mi sforzo vorrei gridare,
voglio che mi senta: ci sono anche io!
ma perché piange ? forse è sconvolta ?

Mamma non piangere, devi gioire !
Una vita nuova vai ad offrire!
alla fine vedrai quanto son bello!
A tutti mostrerai il tuo bimbello !

Ma la mamma mia non è tranquilla.
nella mente un allarme squilla!
dal dottore ho potuto udire:
"Signora, se non vuole può abortire!"

Tremenda è la parola aborto !
Pensa, tuo figlio sarà fatto in otto!
non riesco a capire cosa ti ho fatto!
io sto qui in silenzio, quatto quatto

Non farlo ! voglio vedere il mondo!
Vorrei fare anch'io il girotondo !
non devi recarti su quel lettino
così togli la vita al tuo bambino

Sorda la mamma fà il finto tonto.
va nella stanza, è tutto ptonto!
per me è arrivata la condanna!
Non avrò mai le braccia per fare la nanna!

Povera donna cos'hai combinato ?
la coscienza non hai liberato !
L'hai appesantita con l'omicidio
Io ti perdono, ti giudichi Iddio

Addio mamma dal viso stravolto !
Io non ho colpa se non hai accolto!
Nella tua mente io sempre resterò !
Un angioletto del ciel diventerò
(Ester Bianchi)

Per leggere la seconda parte Clicca Qui
Per leggere la coroncina riparatrice contro il delitto dell'aborto Clicca Qui

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici