martedì 5 febbraio 2013

La Croazia dilaniata al suo interno.

 A me oggi ha fatto male al cuore, apprendere dal web che la Chiesa croata stia vivendo un periodo di forte attacco da parte di satana.In che modo?
Andando brevemente nello specifico, il governo croato avrebbe deciso d'imporre un programma che si chiama "Educazione alla salute",con lo scopo principale di introdurre una precoce sessualizzazione dei bambini.( Perché  la loro filosofia sarebbe che, se s'inizia sin da piccoli ad inculcargli certe strane idee,questi si pervertono meglio, e tale perversione dura meglio nel tempo con estremo piacere di chi governa.
Ovvero, attraverso esercizi pratici, scenette teatrali, discussione di gruppo(vada ancora bene per le discussioni), i bambini dalla più tenera età faranno esperienza diretta, toccandosi gli uni con gli altri in determnate parti del corpo, al fine di valutare i toccamenti "accettabili" e quelli "non accettabili". Poi le bambine dovranno imparare a mettere su di sé i tamponi davanti a tutta la classe e la pornografia sarà " materia d'esame" per i bambini di dodici anni che devono capire come funzionano certe posizioni ,diciamo non proprio "culturali". Per i più grandicelli invece il programma prevede come indossare il preservativo, come utilizzare le pillole anticoncezionali e nel caso"quella" dovesse rimanere incinta  discutere sulle eventuale possibilità "d'interruzione della gravidanza’. E ancora l'atto omosessuale verrà presentato come del tutto naturale (a dispetto quasi di quello eterosessuale!?).
Queste sono solo  alcune delle cose  presenti nell'elenco di questo diabolico progetto di annientamento dell'identità, a partire dall'infanzia.
I genitori  in tutto ciò non hanno il  diritto di decidere se far partecipare o meno i propri figli a tale programma.
Mentre gli insegnanti, non adeguatamente formati in materia sessuale, dovranno assolutamente far eseguire queste pratiche diseducative, pena il licenziamento.Ah per onestà devo dire però che qualcosa di buono c'è in questo non simpaticissimo piano, come per esempio curare l'igiene intima, prevenire i comportamenti violenti e prevenire l'uso delle droghe.A parte questa ultima parentesi, che serve a buttare fumo negli occhi,  è evidente che in questo pseudo-programma  viene lesa gravemente  la libertà degli individui, colpendo i più piccoli, gli indifesi, con l'obbiettivo di contaminare la loro candida anima.
Cito testualmente:"in tutto il programma non vi è alcuna educazione ai valori, all'amore, alla vita che si forma quale frutto del rapporto fisico tra due persone che si amano, alla famiglia. In tutto il programma, la parola amore viene menzionata una sola volta, e non si fa la benché minima menzione dell'atto sessuale quale strumento di trasmissione della vita."                                                             Grazie a Dio, la Chiesa croata sta reagendo  a questo scempio di proposta/legge da parte del governo della Croazia, attivando una serie d'iniziative mirate a coinvolgere, informare correttamente, sensibilizzare  tutte le famiglie croate,per prepararle a non soccombere, almeno  nello spirito.
Il mio pensiero in forma di umile preghiera vola verso questa bellissima terra, la Croazia, dilaniata in questo momento al suo interno.
La vergine Maria ci custodisca tutti sotto il suo splendido manto.
Ringrazio di cuore Tony Puglisi per avermi dato l'opportunità di scrivere questo mio primo piccolo articolo  nel suo blog.

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici