mercoledì 13 febbraio 2013

Quaresima 2013 - Meditazioni, spunti e riflessioni

Per questa Quaresima 2013 voglio pensare bene a quale fioretto offrire per la dolorosa Passione di Gesù Cristo, che Lui ha generosamente offerto per me, per la mia salvezza. Gli scorsi anni ho vissuto una Quaresima un pò superficiale, ma quest'anno voglio impegnarmi di più.
Non so proprio da dove cominciare, forse proprio da qui, con questo post! E chi ben comincia è a metà dell'opera !?
Sursum Corda
(Leandra)

Mi sembra ben poca cosa, ciò che mi accingo a fare. Due giorni di digiuno e astensione per tutta la Quaresima da ogni tipo di dolce.
Pregherò, ma certo ciò che vorrei fare e compenetrare maggiormente nel mistero della Passione di Cristo. Passione... una parola che nella nostra vita mortale ha tutt'altro significato, noi per passione indichiamo qualcosa di bello, una sensazione positiva che ci da benessere, mentre per Gesù, la passione è stata qualcosa che lo ha portato a soffrire indicibilmente nel corpo e nello spirito, che lo ha portato sino alla morte corporale.  
Mi sono sempre domandata perché la chiamano la Passione, ma forse la risposta è che la Passione di Gesù è il genere umano.
Ha amato così tanto l'uomo da compiere un sacrificio così grande per ricondurci a Dio; per far si che quel divario che si era creato tra l'uomo e Dio con il peccato originale venisse colmato.
Meditiamo dunque, sul peccato originale che è stato l'inizio del nostro allontanamento da Dio, che ha fatto si che l'uomo divenisse quello che è oggi, e non quello che aveva in mente il Signore quando decise di creare l'uomo a Sua immagine e somiglianza.
Il nostro percorso è comprendere che nella ns evoluzione non ci sono solo dei cambiamenti fisici, ma soprattutto cambiamenti spirituali. Comprendere il grande dono che il Signore ha fatto al genere umano portando Gesù tra noi e arrivare a donarlo a tutti noi per la nostra salvezza è penetrare nella Pasqua, benedicendo il periodo di Quaresima affinchè serva per meditare, pregare e ringraziare Dio per averci amato così tanto da dare il suo figlio unigenito.
Aggiungo, che in tutto questo grande rilievo assume il compito affidato a Maria, nessuna mamma terrena, avrebbe permesso la morte del figlio, ma solo una mamma Divina poteva comprendere e sopportare il grande sacrificio richiesto, poichè Ella stessa come Gesù ne avevano compreso il significato profondo.
(Lisa)

Dobbiamo impegnarci a seguire Gesu',a camminare con Gesu' sulla via della croce per imparare da Lui come si compie la volontà del Padre. Questo cammino non dovrà durare solo quaranta giorni e terminare a Pasqua.
Se ami Gesu',ogni giorno ascolterai la Sua Parola e la metterai in pratica. 
Se ami Gesu',ogni giorno dialogherai con Lui e ti affiderai a Lui nella preghiera. 
Se ami Gesu',ti lascerai abbagliare dalla Sua Luce e ti lascerai trasformare dalla Sua grazia che ti farà accostare al sacramento del perdono e dell'eucarestia. 
Se ami Gesu',guarderai negli occhi dei tuoi fratelli e in ognuno di essi riconoscerai Gesu' che ti chiede una carezza,un sorriso,un pezzo di pane,un vestito... 
Se davvero lo ami,camminerai con Lui e con Lui alleggerirai il peso della tua croce,infondo si sà tutti abbiamo una croce e il Padre che ci ama infinitamente non potrebbe assegnarcene una piu' pesante di quella che potremmo sorreggere non credete?
 Il segreto è proprio nella preghiera tanto è piu' forte tanto sarà piu' leggera la nostra croce...personalmente offrirò' tante preghiere per il mondo e rinuncerò ai miei tanto amati cibi salati,ma soprattutto mi sono promessa di trovare il tempo di andare ogni giorno in chiesa a salutare nostro Padre nonostante la mia vita frenetica!
Come ultima cosa pregherò affinchè riesca ad andare al piu' presto dalla Mamma Celeste a Medjugorie! Ogni giorno sarà Pasqua se sapremo morire con Lui e risorgere con Lui. Moriremo con Lui vincendo il peccato e liberandoci dai vizi. Risorgeremo con Lui se faremo la volontà di Dio.
Auguro a tutti voi che che questo giorno sia l'inizio di un lungo cammino e che il viaggio di ognuno di voi termini in Paradiso. Buon cammino in Cristo.
(Nunzia)

In questo periodo come non mai la Chiesa sta attraversando un momento difficile, la barca sembra essere senza capitano e da sola sembra affondare, per chi ha sempre paragonato la vita della Chiesa alla vita di Gesù (dalla strage degli innocenti fino alla passione e morte per poi arrivare alla resurrezione del nuovo mondo).
Questa abdicazione di Papa Benedetto XVI sembra proprio l'arresto di Gesù che lasciò sicuramente sgomenti i suoi seguaci così come sono sgomenti le persone che seguono Papa Benedetto XVI.
E dire che così come nel caso di Gesù era una notizia che aleggiava da tempo, i discepoli negli ultimi tempi vivevano nascosti addirittura armati (Come dimostra la spada di Pietro) e nonostante i ripetuti annunzi di Gesù riguardo la sua morte e sofferenza, i discepoli caddero dalle nuvole vedendolo lì appeso sul Golgota. Anche noi abbiamo avuto le stesse sensazioni, ipotizzando malefiche profezie o criticando la presunta codardia di questo papa o dicendo che il prossimo sarà l'anticristo, addirittura molto poco cristianamente sento dire "se il prossimo sarà il papa nero sarà la fine" tradotto significa che nel 2013 i Cristiani ancora guardano il colore della pelle e non la bontà dei cuori, dimenticandosi che Gesù che in molti quadri viene disegnato come biondo con gli occhi azzurri molto probabilmente era scuro di carnagione così come sono scuri gli uomini della sua nazione.
Qualcun altro prenderà la guida della barca in un difficilissimo momento storico sia dal piano spirituale che materiale.
Qualcuno che avrà l'onere di sorbirsi critiche e che già sta subendo condanne per il solo fatto di esistere, un martire spirituale e chissà, forse anche corporale. Non dimentichiamoci la promessa di Gesù : "Le porte dell'inferno non prevarranno".
 Non dobbiamo essere noi quei Giuda che distruggiamo la chiesa dal suo interno invece di sostenerla, la giudichiamo, critichiamo, condanniamo, condanniamo il papa, condanniamo il suo successore, crocifiggiamo Gesù mille e mille volte salvo poi fare inutili e decisamente ipocriti atti di contrizione in Chiesa.
In questa santa Quaresima auguro a me stesso e a tutti voi una Santa e Sincera conversione dei cuori, nello Spirito che dovrebbe animare questo percorso di purificazione.
Quando facciamo la via crucis con quella forzata contrizione e compianto finto come i soldi del monopoli utile solo per apparire davanti agli altri chiudiamoci un attimo nel silenzio e domandiamoci al di là delle preghiere già fatte e che ripetiamo a pappagallo cosa realmente stiamo facendo per consolare Gesù e cosa invece stiamo facendo per crocifiggerlo. 
Siamo come i Farisei che dall'alto della loro cattedra giudicano e condannano, anche se dovrebbero essere dalla parte di Gesù, ingiuriandolo e deridendolo pure in croce o siamo dalla parte di Giuda che lo ha persino venduto ai lupi ? Siamo dalla parte di San Pietro che lo ha rinnegato dicendo "Io non lo conosco" o siamo dalla parte dei discepoli di cui nemmeno si ha notizia di quei tre giorni ? Siamo dalla parte di San Giovanni pronto a rischiare per seguire il suo maestro ? o della Madre Dolorosa che stava in piedi ritta davanti alla croce ? In questa santa Quaresima 2013 meditiamo bene il ruolo che stiamo ricoprendo.. sarà quello per l'eternità.
Pax et Bonum
(Gaetano).
P.S.
Se volete ci vediamo tutti su Facebook nella pagina : L'amore di Gesù e Maria Trionfa Sempre

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici