domenica 6 ottobre 2013

I destini collegati

Una cosa che mi hanno insegnato quando ero molto piccolo è che nella vita "Tutto è possibile", basta volerlo, perché il destino lo scriviamo noi.
Una cosa che invece mi hanno insegnato da grande invece è che il destino è già scritto è che nulla può cambiare.
C'è un controsenso ovviamente, o si può fare qualcosa per modificare questo benedetto destino oppure non si può fare niente.

L'ottica cristiana in genere insegna che il destino lo scriviamo noi insieme a DIO, come dire che DIO ci ha prescritto la strada e noi dobbiamo seguirla col nostro libero arbitrio, facile no ? affatto dato che i nostri destini sono collegati a loro volta a miliardi di altri destini, vi faccio un esempio ? posso incontrare una donna che ama alla follia suo marito, ma se poi lui la lascia a nulla servirà questa sua "buona volontà".

In genere quando la nostra idea di "bene" differisce un po' dalla strada che intrapreso la nostra vita ci lamentiamo con DIO e addirittura dubitiamo della sua esistenza.
Lui nel suo silenzio spesso se la ride, molte volte perché sa che torneremo, altre volte invece perché continua a fare quello che ha in mente, e noi dobbiamo (o dovremmo) avere la fede di pensare sempre che lo fa per ricavarne un bene maggiore.

Un altra cosa che mi hanno insegnato è che non "Cade foglia senza che DIO non voglia" il che non vuol dire che tutto quello che accade DIO lo vuole ma semplicemente che "certe cose DIO le vuole, altre le permette, altre le sopporta" perché, ancora non lo so.

Ora viviamo in un periodo un po' "borderline" in questa società, non si conosce il futuro, si parla di crisi, il governo non sembra essere aiutarci, i valori sono morti la privacy non esiste e la salute è sempre molto instabile, se si hanno tutti questi dubbi nel visibile figuriamoci nell'invisibile.

Stiamo con la bocca aperta ad aspettare i miracoli di una Madonna che appare, o che si illumina, di un sogno di un nostro caro defunto, ma non crediamo nemmeno più che domani sorgerà un nuovo giorno, in un amore perduto, in un innocenza disperata.

Tutto questo discorso, mi direte voi, per rispondere a un quesito iniziale ? scriviamo noi il nostro destino ? o ci dobbiamo rassegnare ?

Sicuramente le nostre scelte influenzano le vite nostre e di altri... Sicuramente c'è anche lo zampino divino.

Gestendo questo sito ti accorgi che molte vite sono in qualche modo collegate a me, ho spiegato un po' i motivi nell'articolo scritto per i #SocialEroiEssere costruttivi e non distruttivi.

Chissà quante persone vengono influenzate da questo articolo (siete in tanti che ci leggete).
Da quello che viene scritto nella pagina L'amore di Gesù e Maria Trionfa Sempre (siete 13.000), e in generale su tutto ciò che si legge.

Pregate anzi no, preghiamo quindi che nella nostra vita possiamo essere costruttivi e non distruttivi, e che possiamo sempre fare il bene degli altri.

Vi chiedo anche una piccola preghiera per me e per tutti coloro che sono davanti a delle scelte, per i gestori delle pagine e per quanti hanno la responsabilità di ciò che dicono (pensate al papa per esempio ogni parola che dice viene pesata, giudicata, interpretata ecc).

Preghiamo anche che questo periodo "borderline" della società finisca presto, molto presto.






Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici