martedì 18 novembre 2014

Gesù e Zaccheo, la nostra vita.

"In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. 
Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là. Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». 
Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!». 
Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto». Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. 
Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto"
Dal Vangelo secondo Luca


Quanto è bello quando nonostante i nostri peccati e le nostre imperfezioni cioè le nostre bassezze cerchiamo comunque di guardare Gesù, di non perderlo mai di vista, quanto è bello quanto non ci fermiamo davanti uno sconforto del tipo "non riuscirò mai a essere all'altezza" oppure "Egli non mi accetterà mai".
Vi sembrerà strano ma DIO da noi esige un audacia unita a un pizzico di follia che ci permette di far vedere cosa siamo disposti a "rischiare" per lui.
Zaccheo era basso di statura, immaginate la folla, quella folla grande dei grandi eventi... immaginate quanta gente avesse curiosità di Gesù e le persone arrampicate in ogni dove pur di vederlo pur di sentirlo.
Gesù però dimostra di conoscerci bene e di tenerci "d'occhio" uno per uno anche quando il mondo ci ignora, Gesù dimostra di averci a cuore nonostante i nostri peccati e nonostante i giudizi degli uomini, e ci chiama ci dice "oggi devo fermarmi a casa tua"
Ma noi abbiamo la casa pronta ?
Zaccheo ha capito l'occasione unica, il Signore bussa alla tua porta cosa fai ? purifica il tuo cuore.
Il Signore bussa alla nostra porta, vuole prendere dimora in noi, abitare nelle nostre case, prendersi cura dei nostri figli, cambiamo vita, purifichiamo la nostra casa, così come San Giuseppe purificò la stalla dal sudiciume, purifichiamo i nostri cuori e ospitiamo Gesù, consapevoli che oggi siamo noi a ospitare lui domani sarà lui a ospitare noi... Eternamente...
SIA LODATO GESU' CRISTO.

Agatha

Translate

Vi presento Agata

Consiglialo agli amici